top of page

Spesso a Spasso

  • Immagine del redattoreFugainFamiglia

" Tu mi fai girar, tu mi fai girar... Gita al Sattel"




Che ridere!


Oggi il programma doveva essere un altro: una visita in un luogo molto carino e poi allo stadio per la partita del Lugano a Lucerna.

Appena svegli però ci resi conto che la partita era nel tardo pomeriggio e che quindi il rientro sarebbe stato un po’ troppo tardi, pensando alla scuola l’indomani…


Nessun problema! Piano B!


Il nostro super nonno doveva provare una gita che avrebbe poi svolto con il suo gruppo di escursionisti. Perché non testarla tutti insieme?


Dal Ticino in poco meno di due ore raggiungiamo Sattel. Da qui parte una simpatica cabinovia che, durante la risalita, ruota su se stessa regalando a tutti i passeggeri una vista a 360 gradi!


In pochi minuti raggiungiamo Mostelberg, situato a 1200 m s.l.m.


Mostelberg (noto anche semplicemente come Mostel ) si trova nella regione tra i laghi Ägeri e Lauerz, sopra Sattel, e appartiene al comune di Sattel.



Visto che siamo partiti tardi, prima di lanciarci nelle varie attività proposte decidiamo di dedicarci al palato. Entriamo nel primo ristorante, di fianco all’arrivo della cabinovia, e ci gustiamo un prelibato pranzetto. Se siete in famiglia vi posso consigliare di richiedere il menu famiglia: vi arriverà un grande plateau con 4 fette di carne impanata, 10 chicken nuggets, wienerli, patatine fritte, verdure miste, 1,5 l di acqua e un enorme ciotolona di insalata mista!

Credo che non dimenticheremo facilmente la salsina per condirla… mmmhhh bontà! Tutto molto abbondante e delizioso!



Bene, le pance sono piene… Possiamo lanciarci nelle numerose attività presenti!


Non so come descrivere il paesaggio che abbiamo di fronte. È incredibile! Ovunque ci giriamo troviamo attività e divertimenti per i bambini! Mai visto un luogo così in piena montagna! E chi se lo aspettava?


Ma veniamo a noi!


I fuga in famiglia senior decidono quindi di smaltire il pranzo con una bella passeggiata. Come vi dicevo, si tratta di una ricognizione per una gita da compiere con un gruppo di escursionisti. Decidono quindi di seguire il percorso rosa e compiono un giro ad anello lungo circa 5,5 km, svolto con tutta calma in poco meno di due ore. Un saliscendi non faticoso tra prati e pascoli che offre un panorama davvero mozzafiato. Lungo il percorso ci sono molti punti panoramici e varie attività per i bambini.





Noi invece ci fermiamo nel playground: i bambini iniziano lanciandosi nel mondo dei trampolini, saltando come matti e compiendo evoluzioni in aria. Poi, la curiosità di scoprire e di provare tutto ciò che si trovano attorno, li porta a tuffarsi nel mondo di gonfiabili. Ce n’è davvero per tutti i gusti! Castelli, Casa dei pompieri, barca dei pirati, fattoria… Chi più ne ha più ne metta! Ovviamente li hanno provati tutti! Quante energie!




Più tardi ci raggiungono chiedendoci di andare nella pista di bob: come dire di no, non vedevo l’ora! Ci dirigiamo a pochi passi da lì e raggiungiamo la pista. In pochi minuti stiamo sfrecciando giù per la discesa urlando come matti: divertimento assicurato! Risalendo ci accorgiamo che a pochi metri da lì c’è la pista per i gommoni. Io decido di non farlo, fifona come sono, ma i bambini recuperano un gommone e si preparano in posizione di partenza! Eleonora non fa in tempo a chiedere se il gommone nel quale è seduta va veloce (presa da un momento di paura) che… Sbam! Il signore alla partenza le dà una bella spinta e via, giù a scivolare lungo il percorso!



Terminata la discesa con i gommoni ci dirigiamo verso il ponte tibetano. Lo skywalk, così si chiama, è lungo 374 m sospeso su un bosco di sempreverdi. Non riesco ad attraversarlo, perché ballava così tanto che i piedi si incrociavano da soli! Raccontatemi voi, se lo attraversate! Dev’essere bellissimo!



Dopo aver trascorso un divertente pomeriggio dedicato completamente ai bambini, ecco di ritorno i super nonni! Un bel gelato tutti insieme e si ritorna a valle. Matteo è sceso a piedi, raccontando che il sentiero è molto bello, mentre noi siamo scesi con la cabinovia. Eventualmente c’era anche la possibilità di noleggiare delle specie di biciclette travestite da monopattino (o monopattini travestiti da biciclette?) ma per questa volta credo davvero aver fatto già abbastanza!



Ci sarebbe stata la possibilità anche di seguire il sentiero dedicato alle capre, pensato per i bambini: 7 postazioni con giochi, attività a indovinelli da risolvere. Per ogni risposta corretta viene fornita una lettera che occorre scrivere nel libricino offerto. Al termine del gioco si deve imbucare la cartolina di gioco e si partecipa automaticamente all’estrazione!



Altra attività proposta è la caccia al tesoro: seguendo i vari “Rondi” (delle specie di cabine colorate) si trovano delle scatolette con all’interno degli indizi per rispondere alle domande. Per seguire questo sentiero occorre percorrere il sentiero giallo, chiamato “bridge loop trail”, lungo circa 2 km. Al termine si consegna il volantino con le risposte alla partenza della cabinovia.


Impossibile riassumere in poche righe questo luogo magico! Nessuno si aspetterebbe che lassù, in cima alla montagna, ci sia questo mondo fantastico per i bambini! Vale davvero la pena, è qualcosa di incredibile.


Per info sempre aggiornate, vi rimando al sito ufficiale https://www.sattel-hochstuckli.ch/de !




Commentaires


Logo_edited.jpg
bottom of page