top of page

Spesso a Spasso

  • Immagine del redattoreFugainFamiglia

Monte Sassalto a Caslano



Il giro del Monte Sassalto a Caslano


Facciamo un passo indietro…

Questa era una passeggiata che facevo le serate precedenti ad un esame scolastico. La sera, infatti, dopo aver studiato durante il giorno, mia mamma mi vedeva tesa e mi diceva: “Dai, vestiti e andiamo a fare due passi, così prendi un po’ d’aria!”

E così, anche se inizialmente un po’ controvoglia, ecco che si partiva alla volta del Monte Sassalto.


Ora amo portarci i miei bambini: una volta a piedi, un’altra in monopattino, una volta per un gelato,… Ogni scusa insomma è buona!


Il giro del monte Sassalto è di per sé una breve passeggiata (nemmeno 4 km) e per lo più pianeggiante: lo si compie interamente in un’oretta tranquilla.


Costeggiando il lago


In via Valle vi sono diversi posteggi nei quali poter lasciare l’auto. Il giro lo si può compiere nei due sensi, ma personalmente preferisco partire seguendo la via che costeggia il confine con Ponte Tresa, per il semplice fatto che in “zona Cesarini” ci si può gustare un ottimo gelato!



La prima tratta è su strada asfaltata e ogni tanto si incrocia qualche auto. Per non perdersi occorre semplicemente costeggiare sempre il lago! Sul luogo vi sono comunque diverse indicazioni per cui è davvero difficile sbagliare.



Lungo il tragitto incontrerete una strana struttura… si tratta di vecchie fornaci: nell'800 e nella prima metà del 900 le sei fornaci di Caslano producevano infatti calce venduta nel Malcantone e in alcuni villaggi lacuali sul Ceresio.




Al fresco nel bosco


Ad un certo punto ci si ritrova al limitare del bosco. Da lì via, se avete il monopattino, occorre caricarlo sulle spalle! Prima di incamminarci all’interno del bosco troviamo alcune panchine che invitano a sedersi anche solo per ammirare il panorama di fronte a noi, bere un sorso d’acqua dalla fontana o, se si è fortunati, incontrare degli splendidi cigni.




Il percorso all’interno del bosco a tratti è in leggera salita alternata a altrettante brevi discese. Un saliscendi tranquillo, per nulla faticoso. Vi sono alcuni punti in cui si può godere di uno splendido panorama sul lago Ceresio.



Attraversato il bosco ci si ritrova al circolo velico di Caslano, da cui parte nuovamente la strada asfaltata.


Turisti a casa nostra!


Da un paio d’anni troviamo una bella scritta rossa indicante, appunto, “Caslano”: non possiamo esimerci dallo scattare qualche foto! Sembra quasi di essere in vacanza! Poco più avanti passiamo di fronte al museo delle pesca, che se non ci siete mai stati merita una visita. Di fronte al museo, sull’altro lato della strada, troviamo un’opera d’arte rappresentante una coda di balena molto scenografica.



Continuiamo la nostra passeggiata e in breve tempo ci troviamo nel nucleo vecchio di Caslano, con tanti ristoranti e bar che si affacciano direttamente sul lago e la splendida e rinomata Piazza lago con poco più avanti la sua panchina gigante. Volete non salire?


Una dolce conclusione…


Attraversiamo le viuzze del nucleo (nelle quali si cela una deliziosa gelateria… ci siamo meritati un piccolo premio o no?!) e in breve tempo raggiungiamo il posteggio da cui siamo partiti.




Kommentare


Logo_edited.jpg
bottom of page