top of page

Spesso a Spasso

  • FugainFamiglia

Dondolando Sul San Grato

Questa mattina ci siamo svegliati carichi per andare a fare una nuova passeggiata. Aperte le tapparelle abbiamo però trovato un cielo grigio e un clima decisamente troppo freddo per i nostri gusti… Abbiamo quindi deciso di prendere l’auto e partire, destinazione... soleggiato Sottoceneri! Abbiamo visto che nei giorni scorsi è stata installata una nuovissima altalena di Swing the Word, la prima nel Luganese: potevamo andarci?



Da Carona verso la Madonna d’Ongero


Abbiamo quindi contattato degli amici, i quali erano felicissimi di unirsi a noi! Ci siamo trovati al posteggio nei pressi delle piscine di Carona. Lasciate lì le auto ci siamo incamminati nel bosco in direzione del santuario della Madonna D’Ongero. Curiosità: nel lontano 1974 i miei genitori hanno scelto questa chiesa immersa nel bosco per unirsi in matrimonio. Deve portare bene, perché quest’anno festeggeranno 47 anni di matrimonio! Prima di arrivare a questa chiesetta c’è una deviazione: il nostro percorso infatti ci ha fatti svoltare a sinistra lungo il sentiero e non abbiamo potuto vedere da vicino la chiesa. Consiglio però una visita perché è davvero suggestiva e peccato non visitarla visto che è proprio lì di fronte a noi!




Verso l’Alpe Vicania

Prendiamo quindi, appunto, il sentiero che conduce all’Alpe Vicania. All’inizio si percorre un tratto in salita immerso nel bosco. La salita è dolce, regolare e non faticosa. Dopo circa 50 minuti vi è una deviazione che porta all’Alpe Vicania: andando a destra si arriva alla scuderia e al ristorante “Vicania” (per info aggiornate consultare www.ristorantevicania.ch), un ottimo ristorante dove una sosta gastronomica è quasi d’obbligo.




Noi abbiamo però deciso di andare verso sinistra e in 10 minuti siamo giunti al limitare del bosco: di fronte a noi si è aperto un panorama meraviglioso con prati e distese infinite di verde dove spesso si possono ammiarre i cavalli al pascolo. Di fronte a noi, sulla sommità della collina, un albero. Sul tronco c’è appesa una casetta simile a quella per gli uccellini, ma con una simpatica sorpresa: aprendola si trova una bottiglietta di grappa e vari bicchierini: self service!! Rinunciamo al grappino, nonostante la simpatica idea, anche se magari ci avrebbe riscaldati un po’ visto il vento forte di questa giornata!






Abbiamo quindi steso la nostra coperta per il picnic e abbiamo pranzato osservando il magnifico panorama di fronte a noi che permette nelle giornate più limpide di scorgere la pianura padana. Al termine di questa sosta, che in realtà abbiamo velocizzato perché non era caldissimo, ci siamo rimessi in cammino. Abbiamo seguito le indicazioni in direzione del parco San Grato.


Alpe Vicania – Parco San Grato


Lungo il percorso abbiamo potuto godere di una terrazza panoramica dalla quale abbiamo scattato meravigliose fotografie e di fronte a noi potevamo ammirare il Monte Generoso con il suo “fiore di pietra”. In circa un’oretta siamo arrivati a destinazione: i bambini hanno potuto giocare e divertirsi nel meraviglioso ed esteso parco giochi con una vista spettacolare che abbraccia il San Salvatore, il Camoghè, il Monte Boglia, il Sighignola, il Monte Generoso e gli incantevoli paesi che si affacciano sul lago. Nel giardino botanico in primavera si possono ammirare le azalee ed i rododentri in fiore nonché le numerose varietà di piante presenti. Per ammirarlo al meglio vi sono diversi brevi percorsi che si possono svolgere all’interno del parco, per informazioni consultare il sito ufficiale https://parcosangrato.ch/it/sentieri-tematici.








L’altalena di Swing the World


Dulcis in fundo… quasi ci dimentichiamo dell’altalena, obiettivo iniziale della nostra giornata! Non essendo ancora segnalata stavamo per abbandonare l’idea finché… risalendo la stradina che costeggia il parco giochi, arriviamo ad una strana ma splendida scultura raffigurante tre enormi cerchi. Percorriamo ancora il sentiero in salita e dopo un paio di curve intravediamo la struttura tra le piante: ci siamo!

Utilizziamo le ultime energie per raggiungerla e posso affermare con certezza che lo spettacolo da lassù è impagabile! Una meraviglia! I bambini felici salgono e dondolano felici permettendoci di immortalare il momento e le emozioni di quell’istante. TOP.





Piccoli grandi camminatori!


Per concludere la nostra passeggiata ridiscendiamo raggiungendo il ristorante panoramico San Grato, seguiamo la strada che ci riporta a Carona e concludiamo la nostra gita con un ricordo meraviglioso nel cuore. I bambini hanno percorso l’intero itinerario, della durata di un paio d’ore. Non è adatto a passeggini in quanto il sentiero non è regolare. Anche la piccolina di quasi 4 anni senza mai lamentarsi (in questo senso la compagnia delle loro amiche ha aiutato molto) ha percorso l’intero tragitto: inutile dire che non appena è salita in auto è crollata nel mondo dei sogni!




Logo_edited.jpg
bottom of page