top of page

Spesso a Spasso

  • Immagine del redattoreFugainFamiglia

Crociera sul Mediterraneo



Vorresti organizzare una crociera ma molti dubbi ti assalgono ancora?

Ecco qua le nostre riflessioni semiserie a più voci attorno alla vacanza in crociera!


Tanto per iniziare… Perché a più voci? Perché questa esperienza ha fatto scaturire emozioni diverse e contrastanti per cui, per fornirvi un’immagine più completa, vi forniremo le nostre impressioni.


1. Quale compagnia scegliere?

Accipicchia, qui, per ora, possiamo dire poco. Questa è stata la nostra prima esperienza in crociera, per cui non abbiamo alcun termine di paragone con altre compagnie! Perché abbiamo scelto Costa? Onestamente? Semplicemente perché le date combaciavano con le nostre disponibilità! Siamo però aperti a nuove esperienze!



2. Costi, tema importante.

Nella nostra crociera le cabine erano di tre tipologie: interna, esterna con oblò oppure esterna con balcone. Noi, visto che abbiamo prenotato molto tardi, abbiamo optato per le cabine interne. Terribile, verrebbe da dire! Mhhhh, non saprei! In cabina ci siamo rimasti solo ed esclusivamente la notte! Da mattino a sera l’offerta sulla nave era così articolata che davvero non c’era tempo per stare in camera! Forse forse al mattino mancava una piccola finestra sul mondo, per ammirare il panorama circostante, ma per il resto non è mancata troppo (e poi in tv mostravano le webcam esterne della nave, piccola consolazione!).

Matteo invece sottolinea che è andata bene anche con la cabina interna, ma in una prossima crociera opterebbe senza dubbio almeno per l’oblò!

Segnalerei qualche rumore nelle cabine più vicine agli ascensori, ma onestamente non avrei proprio nulla da lamentarmi!

Ad ogni modo, io vi consiglio di provare a dare un’occhiata a qualche sito di crociere e provare a configurare la vacanza che desiderate: con l’offerta giusta potreste rimanerne stupiti!



3. Organizzazione

La nave ospitava circa 3'000 persone. Un numero pazzesco! A bordo tutta questa gente non la si percepiva, la nave è talmente grande, suddivisa in altezza sui suoi 11 piani (ops, pardon, in gergo si dice 11 ponti!) e in lunghezza nei suoi 300 metri, che davvero non abbiamo mai provato la sensazione di affollamento! Le entrate e le uscite dalla nave erano libere e non abbiamo mai trovato colonne, tutto è funzionato sempre liscio come l’olio! Per imbarcarci il primo giorno abbiamo lasciato le valigie in auto (in un posteggio convenzionato con Costa) e le abbiamo ritrovate fuori dalla nostra cabina un’oretta dopo! Al rientro ci hanno chiesto di depositare fuori dalla cabina i nostri bagagli, apponendo loro una fascetta colorata, e li abbiamo ritrovati fuori dalla nave, ordinati per colore. Nonostante la quantità di gente che abbandonava la nave quel giorno, il tutto è gestito in moto ottimale e anche in questo caso non abbiamo dovuto attendere un solo minuto! Tutto estremamente ben organizzato!


4. App My Costa

Per chi scegliesse di navigare con Costa già prima di partire è consigliabile scaricare gratuitamente l’App My Costa, con la quale si possono prenotare attività e servizi vari sulla nave. A me piaceva molto consultare regolarmente il countdown alla partenza, scorrere le immagini della varie città che avremmo poi visitato, sbirciare le condizioni metereologiche del luogo, scoprire le attività che avremmo poi potuto vivere e le escursioni proposte. Divertente poi, per chi lo desidera, seguire il dress code suggerito per la serata (ma ne parlerò in un capitolo a parte!). Durante il viaggio appaiono inoltre i costi di eventuali servizi acquistati in più (penso per esempio ai servizi fotografici, ai trattamenti SPA,…). Insomma, un diario di bordo sempre aggiornato!


5. La carta Costa

È una carta gialla, formato carta di credito, che sarà sempre con voi durante tutta la vacanza! Servirà come documento identificativo (il primo giorno vi scattano una foto e ogni volta che utilizzate la carta apparirà la vostra immagine), sia sulla nave che fuori dalla nave. Per risalire dopo le uscite, infatti, non vi verrà richiesto un documento ufficiale ma la carta Costa, nella quale appaiono tutti i vostri dati. Sulla nave, ogni attività viene svolta grazie a questa carta. Volete un caffè? Vi strisciano la carta Costa! Desiderate riservare un trattamento alla SPA? VI strisciano la carta Costa! I bambini vogliono andare al miniclub? …Carta Costa! Sarà la vostra ombra!


6. Solo per anziani?

In molti ritengono che l’esperienza della crociera sia un tipo di vacanza particolarmente adatta alle persone anziane, e che quindi sulla nave ci si relazioni prevalentemente con loro. Nulla, secondo me, di più falso! Gli ospiti della crociera variano da zero a cento anni! Per ciascuna fascia di età la crociera mette a disposizione diverse attività. I bambini non si annoieranno mai perché ci sono luoghi dedicati a loro, come la sala giochi di Peppa Pig per i più piccoli, il mini club che si occupa di loro dalle 9 del mattino fino a mezzanotte coinvolgendoli nelle attività più disparate, la sala giochi, le piscine, gli scivoli, una sorta di parco giochi esterno… chi più ne ha più ne metta! Per i ragazzi più grandi c’è un club dedicato a loro, mentre per gli adulti si spazia dalla SPA, ai negozi, ai bar, al teatro, al cinema, al parrucchiere, ai ristoranti, agli spettacoli, a vari corsi fitness o creativi,… IMPOSSIBILE annoiarsi, credetemi!



7. Ristoranti:

La nave offre numerose possibilità per mangiare, ristoranti à la carte oppure a buffet. Alcuni un po’ particolari sono a pagamento, come per esempio il ristorante dedicato al sushi, per il resto anche qui è tutto compreso. Nei ristoranti a buffet spesso c’erano delle code, ma venivano smaltite abbastanza in fretta. La cena si svolge su due turni, noi pensando ai bambini abbiamo scelto il primo (la cena del primo turno inizia alle 18:45, mentre il secondo turno è previsto alle 21:15). Abbiamo sempre mangiato benissimo, e se chiedete a Matteo cosa gli è piaciuto di più della nave, risponderà senza esitazione “il cibo”! Delizioso, curato, ben presentato: sempre super! C’è anche la possibilità di gustare dei piatti creati da chef stellati, sempre compresi nel prezzo. È simpatico perché le proposte di questi chef sono create pensando alla meta del giorno successivo! Mi spiego meglio: La sera prima di sbarcare a Marsiglia, il piatto speciale era la bouillabasse, la sera prima di Palma venivano proposte le empanadas ideate da Bruno Barbieri,… un modo in più per immergerci nell’atmosfera del luogo! E io amo profondamente, che ve lo dico a fare!



8. Spreco alimentare

Purtroppo questo è un tasto dolente. Colazione, spuntino, pranzo e merenda erano a buffet, vi lascio immaginare: piatti con montagne di cibo, riempiti come se si dovesse partire per un mese nel deserto. E a fine pasto? Piatti lasciati sui tavoli, carichi di cibo avanzato. Sarò una bacchettona, ma a me dispiaceva moltissimo.


9. Dress code

Eccolo qua! Prima della partenza temevo in nave di dovermi sempre mettere in ghingheri, e sono andata a cercare negli armadi gli abbinamenti un po’ più curati per paura che fosse richiesto uno stile più elegante! In realtà non è così! Durante il giorno in nave lo stile è molto casual e ciascuno indossa proprio ciò che desidera. La cosa divertente, per me, è che per ogni cena la nave suggerisce un abbigliamento particolare: una sera l’abbigliamento elegante, un’altra in rosso e nero, un’altra ancora occorreva indossare qualcosa di bianco e così via! Non tutti ovviamente seguono queste proposte, ma se in valigia trovavo qualcosa che conveniva… perché no?



10. Wi-fi

Le navi sono dotate di connessione Wi-Fi in ogni luogo, anche in cabina. Per connettersi basta scegliere uno dei pacchetti dati, prenotabili prima della partenza su MyCosta, oppure direttamente a bordo. Qui potrei aprire una bella parentesi: ho riscoperto la bellezza dell’offline! Ma che meraviglia! Quante volte “scrolliamo” il telefono curiosando passivamente carrellate di immagini e video di persone spesso sconosciute? Stare offline mi è piaciuto un sacco, anzi, mi piacerebbe ogni tanto ricordarmi di farlo anche da casa! Spesso, presi dalla routine e dalle mille mila attività quotidiane, non troviamo più il tempo per noi: per leggere, per chiacchierare davvero, per assaporare semplicemente il momento, e invece… ricordiamoci che il tempo c’è sempre, basta non sprecarlo!


11. Miniclub

Questo servizio è disponibile come detto dalle 9 del mattino fino a mezzanotte. Svolgono attività ludiche, artistiche, organizzano attività particolari facoltative (talvolta a pagamento), portano i bambini alla mini discoteca,… le attività sono davvero diversificate.



I nostri bambini si sono voluti iscrivere alla giornata “capitano per un giorno” e “principessa per un giorno”: la piccola ha scelto l’abito da indossare, le hanno fatto trucco e parrucco, pitturato le unghie… inutile dire che lei ci sguazzava! Invece il Capitano ha imparato a eseguire dei nodi, a riconoscere le bandiere e il codice nautico, e a fine giornata ha ottenuto un diploma!

NB: Per chi mi ha chiesto… I vestiti indossati dalla principessa non erano nella mia valigia, li noleggiavano in nave!



12. Escursioni

La compagnia Costa organizza numerose escursioni a pagamento in tutti i luoghi in cui la nave si ferma. Per ogni meta ci sono svariate opzioni. Noi a dire la verità ci siamo sempre arrangiati: ad ogni porto si trova una navetta (o eventualmente un taxi) che porta in città e i prezzi sono molto più bassi. Considerate però che nelle gite organizzate c’è sempre una guida che vi spiegherà e vi accompagnerà tutto il tempo, altrimenti bisogna proprio un po' organizzarsi.


13. Le città

Ecco, qui devo ancora un po’ metabolizzare. Mi è piaciuta moltissimo l’idea di cenare, seguire gli spettacoli, andare a dormire e… risvegliarmi in un’altra città! Però… però… devo ammettere che delle città alla fine si riceve solo un piccolo assaggio, non le si riescono ad assaporare pienamente! Si scende dalla nave, si fa un giretto nei vari luoghi da visitare (per noi è stato comodo salire su un bus turistico, dal quale abbiamo visto le principali attrazioni), ci si ferma a bere e mangiare qualcosa di tipico e poi… è quasi già ora di tornare sulla nave! Il tempo vola! La crociera è parte integrante della vacanza e assume un ruolo importante, non è solo un mezzo di spostamento ma permette davvero di rendere le giornate e le vacanze davvero speciali! È davvero uno stile di vacanza diverso…



Per me… approvata a pieni voti!



Comentários


Logo_edited.jpg
bottom of page