top of page

Spesso a Spasso

  • FugainFamiglia

Capanna Corno Gries


Capanna Corno Gries… un funghetto spaziale!


L’orario di partenza oggi supera qualsiasi altro record: decidiamo di partire e saliamo in auto alle 14:30! Mia mamma ripete sempre che “volere è potere“: anche in questo caso la sua saggezza (e un pizzico di pazzia!) ci permette di svolgere una meravigliosa avventura a cui altrimenti avremmo rinunciato. Partiamo quindi in direzione della Valle Bedretto e arrivati ai piedi dei tornanti scarichiamo dall’auto due elementi, Eleonora e la sua nonna, che si fermano lì in basso dedicando il pomeriggio alla raccolta di mirtilli. Emanuele, io e il nonno invece proseguiamo fino a raggiungere la fermata dell’autopostale chiamata “Ciurei di mezzo” a 2035 msm. In questo punto si trova un grande posteggio sterrato dal quale partire per compiere numerose escursioni. Noi seguiamo le indicazioni che danno alla capanna corno Grease, da qui viene indicata 1h05. Questa capanna mi ha sempre colpita perché passando dal passo della Novena pare essere sempre lì a guardarci, a chiamarci, e ad occhio sembra essere una passeggiata piuttosto semplice e alla nostra portata!




Ci incamminiamo dunque seguendo le indicazioni. Il primo tratto di sentiero è pianeggiante e si attraversa uno splendido ruscello: indovinate di quale fiume si tratta?






Continuando lungo il percorso troviamo una bella fontana di acqua fresca dalla quale ci dissetiamo prima di partire per davvero. Inizia quindi la salita. Inizialmente si svolge sul sentiero sterrato mentre in seguito, a tratti, ci chiederà qualche abilità maggiore nel superare pareti di sasso. Nulla di eccezionale, se l’abbiamo superata noi è certamente alla portata di tutti, ma occorre prestare un po’ più attenzione.



La bellezza (o la fregatura) di questa gita è che la capanna corno Gries è sempre di fronte a noi, che ci guarda e ci ammira mentre fatichiamo. Sembra sempre più vicina, a noi appare come un funghetto per la sua strada architettura, ma nonostante ciò ci sembra di non arrivare mai! In realtà dopo aver percorso un breve tratto dove rimane nascosta dietro la montagna, ricompare in tutto il suo splendore e senza rendercene conto siamo davvero quasi arrivati: questo e ci dà la carica per affrontare l’ultima tratta che è sicuramente meno impegnativa e più pianeggiante. Lungo il sentiero abbiamo trovato numerosissime tane di marmotta e questo ha permesso a Emanuele di divertirsi alla loro ricerca senza accorgersi della fatica. Era come una caccia al tesoro… naturale!



Abbiamo incontrato alcuni laghetti e un paio di blocchi di neve nei quali, ovviamente, non abbiamo potuto non scivolare (…e capitombolare, of course! Volevi arrivare in capanna asciutto?!)! Eccoci arrivati! Noi abbiamo impiegato complessivamente un’ora e mezza ma, come sempre, ci siamo fermati mille mila volte per scattare foto, osservare le tane, scivolare nella neve (appunto…), bere, prendere fiato,…

La capanna si trova ad un altitudine di 2338 m sul mare e viene denominata “vascello spaziale alpino”: un nome ben diverso dal nostro “Funghetto” naïf ma che rende bene l’idea! Di proprietà del CAS, è custodita da marzo ad aprile in inverno e da metà giugno fino ad ottobre in estate, A seconda delle condizioni meteo. Controllate sempre prima di partire! Noi abbiamo assaggiato una meravigliosa fetta di torta fatta in casa e uno sciroppo anche quello di loro produzione. Tutto davvero squisito, poi gustarle in alta quota …ha un altro sapore!


A stomaco pieno decidiamo di ritornare a Valle, anche perché abbiamo due raccoglitrici di mirtilli da recuperare! La discesa si compie molto velocemente, mezz’oretta o poco più siamo all’auto! Ritroviamo Eleonora con labbra e mani viola: oltre a raccogliere mirtilli diciamo che ci sono segni evidenti di furto! Per mettere la ciliegina sulla torta, visto l’orario, decidiamo di fermarci allo “snack bar Airö” (ad Airolo) dove si possono gustare hamburger per ogni gusto: ricevete infatti un biglietto sul quale indicare tutto ciò che desiderate all’interno del vostro hamburger e… mmmhhhh che ve lo dico a fare… buon appetito!



Logo_edited.jpg
bottom of page