top of page

Spesso a Spasso

  • FugainFamiglia

Alpe di Marinzen




Alpe di Marinzen


Questa è una passeggiata che avevamo già svolto qualche anno fa, quando i bambini erano più piccoli. La cosa divertente è che all’epoca eravamo risaliti a piedi, con un passeggino da montagna (2nd hand… 3rd hand…) che non rimaneva aperto e ogni tre per due si chiudeva in sé stesso, e che in cima alla salita dopo 1000 peripezie e aver sudato sette camice… abbiamo trovato la malga chiusa! L’unica ad aver potuto rinfocillarsi in vetta è stata Eleonora… ma questa è un’altra storia!


Scherzi a parte, per non metterla giù troppo pesante, quest’anno avremmo tranquillamente potuto compiere la salita con i bambini al seguito. È fattibilissima. Visto però che avevamo solo mezza giornata a disposizione, abbiamo optato per la risalita in seggiovia che è costata 9 euro per adulto (i bambini fino agli otto anni viaggiano gratis). Per informazioni sempre aggiornate vi invitiamo a visitare il sito ufficiale www.marinzen.com.




La seggiovia Castelrotto – Alpe di Marinzen


La partenza si trova proprio nel centro di Castelrotto, a pochi passi dalla strada principale. Vi è un bel posteggio a pagamento dove si può lasciare l’auto.



Abbiamo quindi raggiunto la partenza della seggiovia e in men che non si dica eravamo a bordo! La risalita è piuttosto lenta ma permette di godere pienamente del paesaggio circostante che inizialmente è fatto di enormi prati verdi per poi trasformarsi via via in una foresta colorata, sembrava dipinta.


La Malga Marinzen


Giunti in vetta ci siamo ritrovati catapultati in una realtà fuori dal mondo, lontana anni luce dal caos e dalla frenesia quotidiana. La malga Marinzen offre moltissimo per le famiglie: uno splendido e grande parco giochi per bambini, un laghetto nel quale si può pescare, l’incontro con cavalli nel recinto e capre golose che scorrazzano liberamente tra i tavoli, deliziosi piatti tipici altoatesini che si possono gustare comodamente sul terrazzo o addirittura sulle sedie a sdraio colorate, nel prato immersi nella natura.

Indovinate cos’abbiamo scelto?



Da qui inoltre abbiamo potuto godere di una spettacolare vista sulle Dolomiti. La vacanza non poteva iniziare meglio!


Ci siamo quindi goduti un delizioso succo di mele caldo e uno strudel di mele con crema alla vaniglia, che solo a ripensarci… mmmmh!



I bambini hanno goduto appieno dello splendido parco giochi, mentre noi ci siamo gustati qualche momento di puro relax! Ci siamo poi fermati ad ammirare lo splendido laghetto che contornato da alberi con i colori autunnali era qualcosa di strepitoso!



La mappa dei sentieri che partono o passano da qui è molto ampia, ma noi ci siamo limitati a ridiscendere a piedi fino alla partenza.


La discesa


Abbiamo quindi intrapreso il percorso di discesa che in circa un’ora ci ha riportati a Castelrotto attraversando boschi e pascoli incantevoli potendo godere di una meravigliosa vista sull’altopiano dello Sciliar. È un sentiero sterrato, percorribile eventualmente anche da passeggini (ma io consiglio lo zaino!).



Che dire? Beh… una gita che consiglio vivamente a tutti, non troppo impegnativa ma che regala attimi di spensieratezza in un panorama idilliaco! Noi ci torneremo sicuramente!Alpe di Marinzen




Logo_edited.jpg
bottom of page